Il Virus Respiratorio Sinciziale, più comunemente conosciuto come RSV, è un virus presente in molti Paesi con circolazione stagionale (spesso dai mesi autunnali fino alla primavera) e si diffonde molto facilmente.1

Nella maggior parte dei casi, l’infezione da RSV causa una malattia di grado leggero. Talvolta può evolvere in quelle che sono conosciute come infezioni delle basse vie respiratorie (LRTI) come bronchiolite o polmonite, che possono essere molto pericolose nei bambini, specialmente in quelli sotto un anno di età.2

Questo portale è stato pensato per il pubblico ed è parte integrante della campagna di sensibilizzazione Together Against RSV.

Chi può essere infettato?

L’RSV può infettare le persone di qualsiasi età, sia adulti sia bambini, ma può causare una malattia grave soprattutto nei bambini sotto un anno di età.3

Quando si può essere infettati dall’RSV?

Nelle regioni temperate dell’emisfero settentrionale, Italia compresa, la diffusione del virus avviene generalmente nel periodo che va da ottobre/novembre a marzo/aprile.1

Quanto è comune l’RSV nei bambini?

L’RSV è molto comune nei bambini, 9 su 10 vengono infettati entro il primo anno di età.4 Nella maggior parte dei casi le infezioni da RSV sono di grado leggero, ma alcuni bambini sviluppano patologie come bronchiolite o polmonite, che possono diventare gravi e richiedere ricovero ospedaliero.2

Qual è il trattamento?

Le opzioni di trattamento per l’infezione da RSV sono limitate. Il trattamento delle forme gravi richiede generalmente delle cure di supporto, che possono includere la somministrazione di ossigeno e l’infusione di liquidi.9,10

Quali bambini possono sviluppare gravi malattie con l’RSV?

Non sono solo i bambini nati prematuri o coloro che hanno già altre patologie a essere più soggetti all’infezione da RSV:5 tutti i bambini, infatti, corrono un rischio potenziale di sviluppare bronchiolite o polmonite da RSV. Inoltre, non è sempre possibile prevedere quali bambini svilupperanno una forma grave della malattia che richiede ricovero ospedaliero.6,7 Infatti, come dimostrato da uno studio italiano, negli anni 2014-2019 l’88% dei bambini che sono stati ricoverati per infezione respiratoria da RSV non avevano pregressi problemi di salute.8

Come proteggere i bambini dall’RSV?

Il virus dell’RSV si diffonde attraverso tosse, starnuti e contatto fisico stretto.2 Può sopravvivere per ore sulle superfici,2 tuttavia ci sono degli accorgimenti che si possono adottare per aiutare a proteggere i bambini dall’RSV, come:11,12

  • Lavare frequentemente le mani per almeno 20 secondi
  • Disinfettare le superfici solide e gli oggetti, come giocattoli e posate
  • Tossire e starnutire nel fazzoletto o nel gomito
  • Tenere i bambini lontani dalle persone che presentano sintomi da possibili infezioni respiratorie.
Riconosci i primi sintomi della malattia nel tuo bambino

I sintomi dell’infezione da RSV sono simili a quelli delle altre infezioni respiratorie. Alcuni sintomi comuni sono:2,13

  • Sintomi da raffreddamento come naso chiuso, tosse o febbre
  • Apatia
  • Riduzione dell’appetito nei bambini più grandi o difficoltà nella deglutizione nei più piccoli
  • Respiro sibilante.

Tutti i bambini corrono il rischio di sviluppare patologie gravi da RSV, come bronchiolite e polmonite.2

Rivolgiti al tuo pediatra nel caso in cui il tuo bambino manifesti determinati sintomi, tra cui:14
  • Naso che cola, febbre, tosse
  • Apnea (brevi periodi senza respirare)
  • Svogliatezza, apatia
  • Rifiuto dell’alimentazione
  • Respiro sibilante
  • Retrazione toracica
  • Respirazione rapida
  • Cianosi (colorito blu intorno alle labbra).
Osserva il tuo bambino per cogliere i primi segnali.

Tieni traccia dei sintomi e riporta dubbi e curiosità da condividere con il tuo pediatra compilando la checklist dei fattori di rischio che trovi qui:

SCARICA LA CHECKLIST
Cos’è la bronchiolite?

L’RSV è la principale causa di bronchiolite nel bambino. La bronchiolite è una comune infezione polmonare che si sviluppa nei bambini e nei neonati ed è responsabile dell’infiammazione nelle piccole vie aeree polmonari che rende difficile la respirazione. Nella maggior parte dei casi non è grave e si risolve spontaneamente senza alcun trattamento.15 Generalmente inizia con febbricola, rinite e infiammazione delle alte vie aeree; successivamente, possono comparire tosse insistente, che si aggrava gradualmente, e difficoltà respiratoria più o meno marcata. In alcuni casi, può essere necessario il ricovero, specialmente al di sotto dei sei mesi di vita. In bambini così piccoli è spesso presente un calo dei livelli di ossigeno nel sangue.15

Cos’è la polmonite?

L’RSV può causare polmonite, un’infezione che comporta infiammazione di uno o di entrambi i polmoni. Per i bambini, la polmonite può manifestarsi con sintomi come tosse, febbre, irritabilità, dispnea, inappetenza.16

Qui puoi trovare maggiori informazioni su:
Bronchiolite e Polmonite
Talvolta i sintomi possono evolvere in
una forma grave della malattia.2

La fase iniziale dell’RSV nei neonati e nei bambini piccoli è spesso di gravità lieve. Nell’80% dei bambini di età inferiore a un anno la malattia può estendersi verso le vie aeree inferiori e causare tosse e respiro sibilante. In alcuni casi, l’infezione progredisce in una grave malattia respiratoria che richiede ospedalizzazione, necessaria per aiutare il bambino a respirare.2 La diagnosi si basa sui sintomi e sulla loro presenza in determinati periodi dell’anno. In aggiunta alla storia completa del bambino e alla visita medica, un test delle secrezioni respiratorie (tampone nasale o salivare) può mostrare la presenza del virus.14

Informazioni Generali

RSV: scopri le risposte alle domande più comuni sulla patologia, sulla sua diffusione e sui modi per prevenirla.

SCOPRI DI Più
Esperienze Dirette

Ascolta le esperienze dei genitori che si sono trovati ad affrontare l’RSV e i preziosi consigli de @ladottoressadeibambini.

ASCOLTA LE ESPERIENZE
Materiali Utili

Scarica i materiali informativi sull’RSV per averli sempre con te e condividi quello che hai imparato con chi conosci. Potrebbe fare la differenza.

SCARICA I MATERIALI UTILI
Bibliografia:

1. Azzari C et al. Ital J Pediatr. 2021; 47 (1): 198.
2. Piedimonte G et al. Pediatr Rev. 2014; 35 (12): 519-30.
3. Jain H, Schweitzer JW, Justice NA. Respiratory Syncytial Virus Infection. 2022 Jun 21. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 Jan–. PMID: 29083623. Disponibile all’indirizzo: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29083623/ (Ultimo accesso: luglio 2022).
4. Simoes EA. Lancet. 1999; 354 (9181): 847-52.
5. Meissner HC. N Engl J Med. 2016; 374 (1): 62-72.
6. Hall CB et al. Pediatrics. 2013; 132 (2): e341-348.
7. Bianchini S et al. Microorganism. 2020; 8 (12): 2048.
8. Barbati F et al. Vaccines (Basel). 2020; 8 (1): 15.
9. Griffin M et al. N Engl J Med. 2020; 383: 451-425.
10. Barr R et al. Ther Adv Infect Dis. 2019; 6: 2049936119865798.
11. Center of Disease Control and Prevention (CDC). RSV Prevention 2020. Disponibile all’indirizzo: www.cdc.gov/rsv/about/prevention.html (Ultimo accesso: luglio 2022).
12. Eiland LS. J Pediatr Pharmacol Ther. 2009; 14 (2): 75-85.
13. Groves HT et al. mBio. 2020; 11 (1): e03236-19.
14. Ospedale pediatrico Bambino Gesù. Virus Respiratorio Sinciziale (RSV). Disponibile all’indirizzo: https://www.ospedalebambinogesu.it/virus-respiratorio-sinciziale-vrs--134145/ (Ultimo accesso: luglio 2022).
15. Ospedale pediatrico Bambino Gesù. Bronchiolite: sintomi, diagnosi, trattamento. Disponibile all’indirizzo: https://www.ospedalebambinogesu.it/bronchiolite-sintomi-diagnosi-trattamento-79960/ (Ultimo accesso: luglio 2022).
16. Ospedale pediatrico Bambino Gesù. Polmonite. Disponibile all’indirizzo: https://www.ospedalebambinogesu.it/polmonite-80302/ (Ultimo accesso: luglio 2022).

Con il patrocinio di: